Skip to content

Valutazione del rischio ultimo minuto

L'analisi dei rischi dell'ultimo minuto (Last Minute Risk Analysis LMRA) è una breve valutazione che viene eseguita immediatamente prima dell'inizio del lavoro per identificare ed escludere tutti i potenziali pericoli per la sicurezza, la salute e l'ambiente sul luogo di lavoro.

LMRA Card (IT)

Cosa significa LMRA?

LMRA è l'acronimo di valutazione del rischio subito prima dell'inizio lavoro per rilevare ed eliminare tutti i pericoli potenziali per la sicurezza, per l'incolumità e per l'ambiente sul luogo di lavoro. Questo per identificare gli eventuali pericoli non noti in precedenza e per prevenire i sinistri. L'obiettivo di LMRA sono i pericoli sul luogo di lavoro con conseguenze dirette dai dintorni e dalle condizioni prevalenti. LMRA è in aggiunta alle valutazioni del rischio in essere, ma non le sostituisce.

Chi esegue le LMRA?

Chiunque può eseguirle, ma sono di norma a cura degli addetti che operano in zone ad alto rischio, come cantieri edili, piattaforme, serbatoi, cabine elettriche, cablaggi ed elettrodotti. Tra questi sono compresi i dipendenti TenneT ed il personale degli appaltatori.

Modalità di esecuzione delle LMRA

Dopo essersi familiarizzati con l'incarico ricevuto e con la relativa documentazione (autorizzazioni, valutazione dei rischi, istruzioni operative), occorre accertarsi che tutti i rischi siano stati identificati e mitigati ad un livello accettabile.

Occorre porsi le domande riportate sulla scheda LMRA.

In caso di risposta affermativa si possono iniziare o proseguire i lavori. In caso di eventuali risposte negative bisognerà INTERROMPERE i lavori. Informare il superiore diretto con il quale prendere poi tutte le misure necessarie per operare in condizioni di sicurezza. Ed eventualmente redigere una relazione di sinistro.

Tempistica di esecuzione delle LMRA

Occorre eseguire la LMRA prima di iniziare ogni attività lavorativa e prima di riprendere ciascuna attività dopo una pausa prolungata. Da ultimo, occorre eseguire la LMRA in caso di mutate circostanze lavorative (cambio di modalità operative, cambio di macchinari), dopo eventuali anomalie operative o impiantistiche, oppure in caso di eventi inattesi.